Lista indicativa del patrimonio culturale immateriale in Svizzera

Introduzione

Su proposta di un gruppo di nove esperti, nell'ottobre 2014 il Consiglio federale ha designato le otto tradizioni viventi che saranno oggetto di una candidatura alle Liste del patrimonio culturale immateriale dell'UNESCO. Estratte dalla Lista delle tradizioni viventi in Svizzera, le tradizioni possono essere scoperte a parole e in immagini nei seguenti ritratti.

Le candidature relative a queste tradizioni saranno presentate all'UNESCO progressivamente nel corso dei prossimi anni, in genere con una cadenza di un dossier all'anno. I titoli qui indicati sono provvisori e saranno discussi approfonditamente con le parti interessate. La collaborazione riguarderà la realizzazione di tutti i dossier di candidatura.

Candidatura svizzera per la Lista indicativa del patrimonio culturale immateriale

La Festa dei vignaioli di Vevey

Il 30 marzo 2015, la candidatura della Festa dei vignaioli di Vevey è stata presentata all'UNESCO in vista dell'iscrizione alla Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'umanità. Si tratta della prima candidatura svizzera nell'ambito della Convenzione UNESCO per la salvaguardia dei beni culturali immateriali.

Durante la riunione ad Addis Abeba l'undicesimo Comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale ha inserito la Festa dei vignaioli di Vevey nella sua Lista rappresentativa.

Il Carnevale di Basilea

Il Carnevale di Basilea è stato scelto dall'Ufficio federale della cultura (UFC) come seconda candidatura della Svizzera in vista di un'iscrizione alla Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'umanità Il dossier di candidatura è stato consegnato il 31 marzo 2016 all'UNESCO.

Il 7 dicembre 2017, il dodicesimo Comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, riunitosi sull’Isola di Jeju, Corea del Sud, ha deciso di iscrivere il Carnevale di Basilea nella Lista rappresentativa.

La gestione del pericolo di valanghe

La tradizione «gestione del pericolo di valanghe» è stato scelto dall'Ufficio federale della cultura (UFC) come terza candidatura della Svizzera in vista di un'iscrizione alla Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'umanità Il dossier di candidatura è stato consegnato il 31 marzo 2017 all'UNESCO. Il 29 novembre 2018, il tredicesimo Comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, riunitosi a Port-Louis, Maurice, ha deciso di iscrivere la gestione del pericolo valanga nella Lista rappresentativa.

Maestria artigiana in meccanica orologiera e meccanica d’arte*

Caratteristiche del successo dell'industria svizzera le competenze della meccanica degli orologi puntano alla vera e propria componente patrimoniale dell'orologeria quale pratica artigianale e manuale. Questa candidatura permette di focalizzare il ruolo della formazione in orologeria, dalla destrezza umana, tuttora indispensabile, all'innovazione e alla precisione tecnica. Sarà concepita in relazione alla tradizione locale di Sainte-Croix, la meccanica d’arte, che consiste nella fabbricazione di automi musicali e carillon e che implica conoscenze correlate.

* dossier depositato presso l'UNESCO, procedura d'esame in corso

La maestria artigiana in meccanica orologiera e meccanica d’arte è stata oggetto di un dossier di candidatura binazionale di Svizzera e Francia per la Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'umanità. Questo dossier è stato depositato all'UNESCO il 21 marzo 2019.

Design grafico e tipografico svizzero

La grafica e la tipografia testimoniano l'impronta lasciata dagli artisti europei del Novecento - soprattutto in rapporto al Bauhaus e al costruttivismo - sulla Svizzera quale terra di accoglienza e di creatività. Evocano l'eccellenza svizzera per la creazione di font e la comunicazione visiva. Questa candidatura consente anche di tematizzare la formazione duale e l'attualità di un patrimonio che non è più relegato alle comunità locali tradizionali, ma si muove in reti informali di scambi su scala mondiale.

Stagione alpestre in Svizzera

Illustrazione del patrimonio alpino, la stagione alpestre mette in luce il ruolo economico e culturale e il difficile mestiere svolto dai contadini in Svizzera. Da un punto di vista culturale, l'economia alpestre presuppone molteplici conoscenze artigianali e pratiche sociali (canti, racconti, feste per la salita all'alpeggio e la discesa) profondamente ancorate nell'identità collettiva delle quattro regioni linguistiche del Paese. Implica anche un rapporto specifico dell'essere umano con la natura in termini di conservazione del paesaggio e di sviluppo sostenibile.

Jodel

Questa tradizione rinvia al patrimonio musicale svizzero, che costituisce un tratto caratteristico della vita culturale e associativa del Paese. Lo jodel comprende anche una moltitudine di stili e si rinnova costantemente, associandosi talvolta a altri generi musicali. Come tecnica vocale ancestrale, utilizzata per comunicare nei grandi spazi («jodel naturale»), può essere paragonato ad alcune espressioni culturali presenti nel mondo intero. È ipotizzabile una candidatura comune a tutte le regioni che utilizzano tecniche simili.

Processioni della Settimana Santa di Mendrisio*

Queste processioni pasquali, la cui aura risplende in tutta la Svizzera italiana, esistono dal Seicento. Commemorano il giovedì e il venerdì santo, ovvero l'ultima cena di Cristo con i discepoli e la sua crocefissione. Oltre alla componente religiosa, hanno anche un importante aspetto artigianale e artistico: la fabbricazione di lanterne e di «trasparenti», quadri luminosi che costellano il percorso delle processioni con motivi simbolici o biblici. Alcuni oggetti centenari sono conservati ancora oggi e utilizzati insieme a creazioni più contemporanee.

* dossier depositato presso l'UNESCO, procedura d'esame in corso

Communicato stampa

Le Processioni della Settimana Santa di Mendrisio sono scelte dall'Ufficio federale della cultura (UFC) come quarta candidatura della Svizzera in vista di un'iscrizione alla Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell'umanità Il dossier di candidatura è stato consegnato il 27 marzo 2018 all'UNESCO.

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/patrimonio-culturale/patrimonio-culturale-immateriale/attuazione/lista-indicativa-del-patrimonio-culturale-immateriale-in-svizzer.html