Opera architettonica di Le Corbusier, un contributo eccezionale al Movimento Moderno

Petite villa au bord du lac Léman, Corseaux © Luca Delachaux
Petite villa au bord du lac Léman, Corseaux © Luca Delachaux

L'opera architettonica di Le Corbusier è ideata e realizzata tra l'inizio degli anni Venti ─ periodo pionieristico della nascita del Movimento Moderno ─ e la metà degli anni Sessanta, che segna l'inizio della contestazione di questa architettura passata dallo statuto di avanguardia a quello di architettura dominante al livello internazionale. Racconta mezzo secolo di storia del Movimento Moderno e testimonia una cesura radicale non solo con gli stili, ma anche con i metodi di ideazione, le tecnologie e le pratiche di cantiere risalenti ai secoli precedenti.

L'opera architettonica di Le Corbusier è un bene seriale ai sensi dell'articolo 137 del manuale Orientations pour la mise en œuvre de la Convention du Patrimoine mondial. Comprende 17 elementi costitutivi ripartiti su 7 Paesi e 3 continenti: Argentina, Belgio, Francia, Germania, Giappone, India, e Svizzera. Fatto unico a partire dall'adattazione della convenzione nel 1972, un bene fa parte di una zona geografica globalizzata, il che illustra il profondo mutamento dell'architettura contemporanea e della professione di architetto nel Novecento. Appartiene allo stesso filone storico-culturale, quello del Movimento Moderno.

L'opera architettonica di Le Corbusier testimonia uno scambio di influenze senza precedenti e un eccezionale dibattito di idee globale che si protrae per mezzo secolo e che riguarda la nascita e lo sviluppo del Movimento Moderno. Di fronte all'accademismo dominante nel mondo, l'opera architettonica di Le Corbusier rivoluziona l'architettura e riflette in maniera eccezionale e pionieristica l'invenzione di un nuovo linguaggio architettonico che rompe con il passato. Inoltre segna la nascita di tre correnti principali dell'architettura moderna: il purismo, il brutalismo e l'architettura-scultura. La dimensione planetaria che raggiunge l'insieme della sua opera costruita su quattro continenti è un fenomeno nuovo nella storia dell'architettura e ne rispecchia l'impatto che non ha precedenti. Il contributo delle realizzazioni che compongono la serie è ancora più forte poiché l'opera architettonica di Le Corbusier è alternata ai numerosi scritti dell'architetto, subito diffusi e tradotti in tutto il mondo. La complementarietà unica di costruzioni e pubblicazioni fa di Le Corbusier il principale portavoce di questa nuova architettura e rende l'opera architettonica di Le Corbusier una fonte di osservazione, analisi, commento e costante ispirazione o contestazione in tutto il mondo.

L'opera architettonica di Le Corbusier è direttamente e materialmente associata alle idee del Movimento Moderno le cui teorie e realizzazioni assumono un significato universale eccezionale nel Novecento. Il bene incarna un «Esprit Nouveau» e aspira a una sintesi delle arti al crocevia tra architettura, pittura e scultura.

L'opera architettonica di Le Corbusier è un contributo eccezionale alle soluzioni che il Movimento Moderno cerca di fornire alle principali sfide del Novecento:

  • inventare un nuovo linguaggio architettonico;
  • modernizzare le tecniche architettoniche;
  • rispondere alle esigenze sociali e umane dell'individuo moderno.

L'opera architettonica di Le Corbusier materializza le idee di Le Corbusier, diffuse a gran voce dai Congressi internazionali di architettura moderna (CIAM) a partire dal 1928. Il suo contributo alle principali sfide del Novecento non è il frutto di una realizzazione esemplare in un dato momento, bensì la somma eccezionale di proposte costruite e scritte, diffuse con costanza in tutto il mondo per mezzo secolo.

Elenco cronologico

1923Casa La Roche-Jeanneret, ParisÎle-de-France Francia
1923Petite villa au bord du lac Léman, CorseauxVaud     Svizzera
1924Cité Frugès, PessacAquitaniaFrancia
1926  Maison Guiette, AnversaFiandre Belgio
1927  Case della Weissenhof-Siedlung, StoccardaBaden-Württemberg Germania 
1928  Villa Savoye e alloggio del giardiniere, PoissyÎle-de-France Francia
1930Edificio ClartéGinevraSvizzera
1931Edificio Porte Molitor, Boulogne-BillancourtÎle-de-France Francia
1945  Unité d'habitation, MarsigliaProvence-Alpes-Côte d'Azur Francia
1946  Fabbrica a Saint-Dié, Saint-Dié-des-VosgesLorena  Francia
1949  Casa del dottor Curutchet, La Plata       Provincia di Buenos Aires Argentina 
1950  Cappella Notre-Dame-du-Haut, RonchampFranche-Comté Francia
1951  Cabanon di Le Corbusier, Roquebrune-Cap-MartinProvence-Alpes-Côte d'Azur Francia
1952  Complesso governativo, ChandigarhPendjabIndien 
1953  Convento Sainte-Marie-de-la-Tourette, Éveux Rhône-AlpesFrancia 
1955Museo nazionale d'arte occidentale,Taito-KuTokyoGiappone
1965Casa della Cultura di Firminy, FirminyRhône-Alpes Francia

Documenti

L’OEuvre architecturale de Le Corbusier (PDF, 1 MB, 14.07.2016)L’OEuvre architecturale de Le Corbusier, candidature à l’inscription sur la Liste du patrimoine mondial

Ultima modifica 24.10.2016

Inizio pagina

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/patrimonio-culturale/patrimonio-mondiale-dellunesco/siti-del-patrimonio-mondiale/opera-architettonica-di-le-corbusier--un-contributo-eccezionale-.html