Informazioni sugli allentamenti nell’ambito culturale

Decisioni del Consiglio federale del 2 settembre 2020

Nuovo coronavirus: grandi manifestazioni nuovamente consentite, ma a severe condizioni

Dal 1° ottobre 2020, le grandi manifestazioni potranno svolgersi nuovamente, ma solo se autorizzate dai Cantoni. Dopo aver consultato i Cantoni e le federazioni interessate, nella sua seduta del 2 settembre 2020 il Consiglio federale ha stabilito le condizioni per le autorizzazioni. Per ogni manifestazione con oltre 1000 persone si dovrà presentare un piano di protezione soggetto a severe prescrizioni. Sarà ad esempio applicato, con poche eccezioni, l'obbligo generale di offrire solo posti a sedere, e i flussi di persone dovranno essere gestiti in modo chiaro. I Cantoni potranno revocare le autorizzazioni se la situazione epidemiologica dovesse peggiorare.

V. comunicati stampa del Consiglio federale del 2.9.2020 e 12.8.2020:

Decisioni del Consiglio federale del 19 giugno 2020

Di nuovo possibili manifestazioni con fino a 1000 persone

Il 19 giugno, in una quarta fase, il Consiglio federale revoca in larga parte le restanti limitazioni con effetto a partire dal 22 giugno 2020. Le manifestazioni e assemblee con fino a 1000 persone saranno di nuovo consentite. Il tracciamento dei contatti dovrà però essere sempre possibile. L'organizzatore dovrà garantire che le persone da contattare non siano più di 300, per esempio suddividendo lo spazio disponibile
in settori. I Cantoni possono abbassare questo limite. Le grandi manifestazioni con più di 1000 persone saranno di nuovo consentite dall'inizio di settembre, a condizione che la situazione epidemiologica non peggiori. Anche in queste manifestazioni i partecipanti dovranno essere suddivisi in settori.

V. Comunicato stampa del Consiglio federale dal 19.6.2020:

Decisioni del Consiglio federale del 27 maggio 2020

Il 27 maggio, il Consiglio federale ha deciso che dal 6 giugno saranno nuovamente ammesse le manifestazioni pubbliche e private con fino a 300 persone. Tra queste rientrano per esempio gli eventi familiari, le fiere, i concerti, le rappresentazioni teatrali e le proiezioni di film, come pure le manifestazioni politiche e della società civile. Il Consiglio federale deciderà il 24 giugno 2020 in merito alle manifestazioni con più di 1000 persone e a ulteriori allentamenti. Le grandi manifestazioni con più di 1000 persone restano vietate sino al 31 agosto 2020.

V. Comunicato stampa del Consiglio federale dal 27.05.2020:

Decisioni del Consiglio federale del 29 aprile 2020

Il 29 aprile, il Consiglio federale ha deciso che, oltre ai negozi e ai mercati, potranno riaprire anche i musei, le biblioteche e gli archivi. In queste strutture le regole di distanziamento sociale e d’igiene possono essere attuate facilmente e i flussi di persone canalizzati efficacemente.

Per garantire la certezza nella pianificazione, il Consiglio federale ha inoltre deciso che le grandi manifestazioni con più di 1000 persone restano vietate fino alla fine di agosto. In questi eventi il rischio di trasmissione è molto elevato e il tracciamento dell’infezione è praticamente impossibile. Inoltre è spesso difficile rispettare le misure d’igiene e le regole del distanziamento sociale. Prima delle vacanze estive, il Consiglio federale rivaluterà la situazione tenendo conto delle strategie degli altri Paesi. Il 27 maggio deciderà inoltre da quando saranno nuovamente possibili le manifestazioni con meno di 1000 persone.

V. Comunicato stampa del Consiglio federale dal 29 aprile 2020:

Ulteriori informazioni:

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/temi/covid19/lockerungen-einschraenkungen/informationen-lockerungen-kulturbereich.html