Imprese culturali

Le imprese culturali che hanno subito danni economici a causa della pandemia di COVID-19 hanno diversi strumenti a disposizione per attenuarli.

Misure previste per l’intero settore economico

Indennità per lavoro ridotto

Potete fare domanda di indennità per lavoro ridotto. Qui potete trovare informazioni al riguardo e vari moduli:

Misure integrative per il settore della cultura

Sulla base della legge COVID-19 le imprese culturali possono beneficiare dei provvedimenti integrativi indicati qui di seguito.

Indennità per perdita di guadagno

Le imprese culturali con sede in Svizzera possono richiedere ai Cantoni un’indennità per perdita di guadagno a copertura dei danni economici legati all’annullamento, al rinvio o alle limitazioni nello svolgimento di manifestazioni e progetti o ad altre limitazioni alle proprie attività a seguito dell’attuazione di provvedimenti statali.

È necessario osservare quanto segue:

  • Possono essere fatti valere soltanto i danni in relazione a manifestazioni e progetti già programmati o pianificati in modo vincolante.
  • Per questi aiuti finanziari sono considerate imprese culturali anche gli organizzatori amatoriali a condizione che dispongano di un budget per la manifestazione di almeno 50 000 franchi e che subiscano un danno di almeno 10 000 franchi.
  • L’indennità copre al massimo l’80 per cento dei danni finanziari.
  • Le richieste possono essere presentate fino al 30 novembre 2021 ai servizi designati dai Cantoni.
  • Non sussiste alcun diritto agli aiuti finanziari. I Cantoni possono fissare priorità di politica culturale.

Per ulteriori informazioni e per presentare le richieste è necessario rivolgersi al Cantone in cui ha sede la propria impresa culturale:

Contributi a progetti di ristrutturazione

Le imprese culturali aventi sede in Svizzera possono richiedere ai Cantoni aiuti finanziari per progetti volti al riorientamento strutturale o all’acquisizione di pubblico.

È necessario osservare quanto segue:

  • Gli aiuti finanziari coprono al massimo il 60 per cento dei costi di un progetto. Ammontano al massimo a 300 000 franchi per impresa culturale.
  • Non sussiste alcun diritto agli aiuti finanziari. I Cantoni possono fissare priorità di politica culturale.
  • Le richieste possono essere presentate fino al 30 novembre 2021 ai servizi designati dai Cantoni.

Per ulteriori informazioni e per presentare le richieste è necessario rivolgersi al Cantone in cui ha sede la propria impresa culturale:

Strumenti per l’esecuzione a disposizione dei Cantoni

Per la valutazione delle richieste secondo l’ordinanza COVID-19 cultura, i Cantoni si basano sui seguenti strumenti:

  • campo di applicazione dell’ordinanza COVID-19 cultura con le definizioni più ampie o più restrittive applicate dai Cantoni;
  • FAQ relative alle indennità per perdita di guadagno e ai progetti di ristrutturazione;
  • due modelli di calcolo dei danni.

I documenti sono disponibili qui di seguito (in francese e tedesco). Per eventuali domande si prega di rivolgersi direttamente ai servizi cantonali competenti.

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/temi/covid19/massnahmen-covid19/kulturelle-unternehmen.html