Operatori culturali

Gli operatori culturali che hanno subito un’interruzione dell’attività lavorativa perché i loro ingaggi sono stati annullati a causa dei provvedimenti contro il coronavirus o perché hanno dovuto annullare eventi propri, hanno a disposizione diversi strumenti per attenuare le perdite economiche.

Misure previste per l’intero settore economico

Indennità di perdita di guadagno per i lavoratori indipendenti

In determinati casi è ancora possibile richiedere un’indennità per perdita di guadagno alla cassa di compensazione AVS del proprio Cantone in analogia all’ordinamento dell’indennità per perdita di guadagno (IPG; indennità di perdita di guadagno per chi presta servizio e in caso di maternità):

Misure integrative per il settore della cultura

Indennità per perdita di guadagno

Gli operatori culturali domiciliati in Svizzera possono richiedere ai Cantoni un’indennità per perdita di guadagno a copertura dei danni economici legati all’annullamento, al rinvio o alle limitazioni nello svolgimento di manifestazioni e progetti o ad altre limitazioni alle proprie attività a seguito dell’attuazione di provvedimenti statali.

È necessario osservare quanto segue:

  • L’indennità copre al massimo l’80 per cento dei danni finanziari.
  • Le richieste possono essere presentate fino al 30 novembre 2021 ai servizi designati dai Cantoni.
  • Non sussiste alcun diritto agli aiuti finanziari. I Cantoni possono fissare priorità di politica culturale.

L'attuazione della reintroduzione dell'indennità di perdita di guadagno per gli operatori culturali, entrata in vigore il 19 dicembre 2020, richiede un notevole lavoro preparatorio da parte dei Cantoni in qualità di autorità esecutive. Si può presumere che i relativi lavori preparatori saranno completati nel gennaio 2021 e che gli operatori culturali potranno da quel momento presentare le domande per tutte le perdite subite a partire dal 19 dicembre 2020.

Aiuto finanziario d’emergenza

Gli operatori culturali domiciliati in Svizzera possono richiedere all’associazione Suissculture Sociale prestazioni in denaro non rimborsabili per coprire le spese di mantenimento immediate dal 21 settembre 2020, nella misura in cui non sono in grado di farvi fronte.

È necessario osservare quanto segue:

  • Il criterio che dà diritto agli aiuti finanziari d’emergenza è un bisogno effettivo tenuto conto delle spese nonché del reddito e della sostanza dell’operatore culturale.
  • L’aiuto finanziario d’emergenza ammonta al massimo a 196 franchi al giorno.
  • Le richieste possono essere presentate fino al 30 novembre 2021 all’associazione Suisseculture Sociale.

Le informazioni in merito sono pubblicate sul sito di Suisseculture Sociale:

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/themen/covid19/massnahmen-covid19/selbststaendige-kulturschaffende.html