Quote proprie / Mezzi propri / Fondi propri [art. 19 cpv. 2 OPCin]

Quote proprie: l’impresa di produzione stessa è tenuta a fornire quote appropriate per il finanziamento. Questo può avvenire sotto forma di garanzie di distribuzione e di diffusione, di vendite di licenze televisive (purché durante la produzione queste risorse siano utilizzate per il finanziamento del progetto) e da fondi propri nonché sotto forma di mezzi propri. Sono incluse nelle quote proprie anche i mezzi propri dall’impresa di produzione che sono utilizzati per il finanziamento, sotto forma di liquidità o di fondi propri (accantonati). L’UFC non considera quote proprie i sussidi o le risorse di terzi. Le risorse della promozione cinematografica legata al successo (p. es. Succès Cinéma, le risorse di riferimento della fondazione Zürcher Filmstiftung o di Succès Passage Antenne) possono essere reinvestite «liberamente» in nuovi progetti cinematografici dall’impresa di produzione, ma per l’UFC rimangono sussidi o risorse di terzi. I mezzi propri sono liquidità derivanti dal patrimonio del richiedente o da fondi propri (vedi oltre). Risorse estere o di terzi: sono contributi o partecipazioni di investitori, sponsor, emittenti televisive private, ecc. Sono considerate risorse di terzi anche le partecipazioni di persone che collaborano al film, ma che non figurano come richiedenti (p. es. liquidità del regista) (vedi → Partecipazione). Si considerano risorse di terzi anche le prestazioni per il personale o in natura fornite da terzi (regia, compagnia) il cui pagamento è in parte posticipato per poter finanziare il film (vedi → Accantonamenti). Il reinvestimento degli accrediti della promozione cinematografica legata al successo appartenenti all’autore, al regista o al distributore (garanzia minima) è considerato come risorse di terzi e sussidi. Sono considerati fondi propri della produzione le prestazioni in natura o sotto forma di lavoro dell’impresa di produzione richiedente (p. es. le spese generali, gli onorari dei produttori) il cui versamento totale o parziale può essere posticipato per finanziare il progetto (vedi → Accantonamenti). In genere la quota dei mezzi propri (liquidità e fondi propri della produzione) dovrebbe ammontare ad almeno il 5 per cento delle spese di realizzazione preventivate; per le coproduzioni con l’estero, tale percentuale si riferisce alla quota di finanziamento svizzera.

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/kulturschaffen/cinema/glossario/eigenanteil---eigenmittel---eigenleistung--art--19-abs--2-fifv-.html