Promozione del patrimonio culturale immateriale

Promozione dei progetti per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale

Il finanziamento a progetti volti alla salvaguardia del patrimonio culturale immateriale mira a sostenere i portatori delle tradizioni viventi nell’attuazione di misure di salvaguardia appropriate. Il sostegno è fornito per progetti di sensibilizzazione e networking, e per lo sviluppo di conoscenze e competenze in relazione al patrimonio culturale immateriale.

Per gli anni dal 2022 al 2024, saranno sostenuti solo i progetti nei seguenti ambiti:

Salvaguardia

La salvaguardia del patrimonio vivente è il riflesso delle sue caratteristiche e non può dunque «congelare» un elemento che deve poter cambiare ed evolvere costantemente. In questo senso, la salvaguardia deve consentire la trasmissione, la trasformazione e l’adattamento dell’elemento, in accordo e con la partecipazione dei portatori della tradizione.

Sviluppo sostenibile

Le tradizioni viventi hanno uno stretto legame con lo sviluppo sostenibile. Il patrimonio culturale immateriale ha dimensioni proprie che, nutrite dalla storia e dall’esperienza, mostrano e rendono negoziabili approcci orientati alla sostenibilità e soluzioni per la convivenza presente e futura. In questo senso, il patrimonio culturale immateriale è un contributo importante per la gestione delle sfide future.

Vi preghiamo di leggere con attenzione la guida pratica e l’ordinanza del DFI prima di depositare un progetto:

RS 442.128 - Ordinanza del DFI del 29 ottobre 2020 concernente il regime di promozione in favore di manifestazioni e progetti culturali (admin.ch)

Il concorso 2023 sarà lanciato nel corso del secondo trimestre del 2023. Le domande devono essere depositate sulla piattaforma per i contributi di sostegno dell’UFC:

La bussola della sostenibilità

La bussola della sostenibilità

La bussola della sostenibilità illustra i legami tra patrimonio culturale immateriale e lo sviluppo sostenibile. In essa sono evidenziate le aree di interazione, pari opportunità, economia, ecologia, natura, trasmissione, responsabilità e impegno, partecipazione.

La bussola può essere usata ad esempio per moderare discussioni o laboratori.

La bussola sostiene la discussione sull'importanza delle tradizioni viventi per gli enti promotori e la società.

La bussola della sostenibilità è disponibile in tedesco, francese e italiano ed è fornita in tre formati diversi:

  • una versione online
  • una versione da stampare e allestire
  • una versione cartacea che può essere ordinata gratuitamente a questo indirizzo e-mail.

Contatto

Ufficio federale della cultura
Sezione cultura e società
Myriam Schleiss
Hallwylstrasse 15
3003 Berna
Telefono +41 58 469 15 17
E-mail

Stampare contatto

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/patrimonio-culturale/immaterielles-kulturerbe-unesco-lebendige-traditionen/foerderung-des-immateriellen-kulturerbes.html