Attualità 2017

Olivier Mosset, Ten Monochromes, Installation view, 2007, Galerie Caratsch, Zürich, Photo: Stefan Altenbruger

La Confederazione attualmente supporta 13 musei con contributi d’esercizio

L'Ufficio federale della cultura (UFC) ha pubblicato per la prima volta un bando pubblico per l'attribuzione di contributi d'esercizio al quale hanno partecipato 35 musei.

© Gataric Fotografie für Ferien im Baudenkmal

La Svizzera apre l’Anno del patrimonio culturale 2018 con una conferenza dei ministri della cultura

Su invito del consigliere federale Alain Berset, dal 21 al 22 gennaio 2018 si tiene a Davos una conferenza dei ministri della cultura europei sul tema della cultura edilizia. Con la conferenza la Svizzera inaugura l’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Nel corso dell’anno saranno realizzati numerosi progetti, tra cui un concorso di idee aperto all’intera popolazione.

Premio del Cinema Svizzero 2018

Premio del cinema svizzero 2018: proclamazione delle nomination a Soletta

Il 31 gennaio 2018 saranno resi noti i finalisti della 21a edizione del Premio del cinema svizzero.

Swiss School Beijing Opening

Una nuova scuola svizzera a Pechino

Nella seduta dell’8 dicembre il Consiglio federale ha deciso di riconoscere provvisoriamente la Swiss School Beijing come 18a scuola svizzera all’estero. La scuola vuole essere luogo d’incontro tra la cultura svizzera e cinese.

oliver_martin

Oliver Martin, caposezione Patrimonio culturale e monumenti storici dell'Ufficio federale della cultura, nuovo Presidente del Consiglio dell'ICCROM

Oliver Martin, caposezione Patrimonio culturale e monumenti storici dell'Ufficio federale della cultura (UFC), sarà il nuovo Presidente del Consiglio del Centro internazionale di studi per la conservazione e il restauro dei beni culturali (ICCROM). L'organizzazione in-tergovernativa con sede a Roma è stata fondata nel 1956 per promuovere nel mondo in-tero la conservazione dei beni culturali di qualsiasi genere. La Svizzera fa parte dell'IC-CROM dal 1959.

«Morgenstreich» tamburini et pifferai portano le caratteristiche lanterne sulle loro maschiere, 2003 © Felix Jehle/pic turebâle

Carnevale di Basilea iscritto all’UNESCO

In data odierna, l’UNESCO ha iscritto il Carnevale di Basilea nella Lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Grazie a questo riconoscimento, il Carnevale di Basilea va ad aggiungersi alla Festa dei vignaioli di Vevey, iscritta nel 2016. L’UNESCO ha considerato esemplare questa candidatura, la cui iscrizione rafforza la visibilità del patrimonio culturale immateriale urbano e sottolinea l’importante ruolo della lingua, in questo caso il dialetto di Basilea, come vettore di questo patrimonio.

Ricostruzione del villaggio di palafitte Cortaillod-Est sul lago di Neuchâtel © Laténium

Consultazione per ratificare due convenzioni internazionali sul patrimonio culturale

Durante la seduta dell'8 novembre 2017 il Consiglio federale ha avviato la consultazione per ratificare la Convenzione quadro del Consiglio d'Europa sul valore del patrimonio culturale per la società e la Convenzione UNESCO sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo.

Roland Früh, Médiateur de design, Zurich/Arnhem

Dialogo culturale nazionale: occorre rafforzare la partecipazione culturale

Nell'incontro del 6 novembre 2017 il Dialogo culturale nazionale ha discusso l'avanzamento dei lavori secondo il programma stabilito per gli anni 2016-2020 e ha preso atto dei buoni progressi compiuti. I partner verificheranno la possibilità di pubblicare una panoramica comune sulla partecipazione culturale. Nel 2018 è prevista inoltre una rilevazione per la prima statistica nazionale dei monumenti storici.

movetia_100-18319_en

Scambi e mobilità: Confederazione e Cantoni adottano una strategia comune

La strategia comune mira a promuovere gli scambi e la mobilità dal punto di vista sia quantitativo sia qualitativo, affinché questi diventino parte integrante delle carriere formative e professionali e delle attività extrascolastiche.

Noemi Lapzeson © OFC / Gregory Batardon

Noemi Lapzeson vince il Gran Premio svizzero di danza 2017

La coreografa, pedagoga della danza e fondatrice della compagnia ginevrina Vertical Danse Noemi Lapzeson riceve quest'anno il Gran Premio svizzero di danza per le sue attività pionieristiche nella danza contemporanea. Il consigliere federale Alain Berset ha consegnato personalmente il premio sul palco del Teatro Equilibre di Friburgo.

https://www.bak.admin.ch/content/bak/it/home/attualita/archivio-delle-attualita/attualita-2017.html